Articoli

Chiesa Santa Maria del Caroseno

Chiesa Santa Maria del Caroseno

Foto di P. LadoganaLa chiesa, dalla facciata in stile tardo-barocco, sorse su una chiesa più antica, di cui si ha notizia già nel Cinquecento. Rappresentava il limite del centro urbano sino agli anni Sessanta, costruita extra moenia lungo la via per Putignano.

L'interno ad unica navata delimitata da arcate a sesto acuto, presenta un altare in pietra, caratterizzato da colonne decorate, nel quale sono alloggiati dipinti di Vincenzo Fato, del 1767, raffiguranti la nascita della Madonna, una Madonna con Bambino e le immagini di San Pietro e San Giovanni Evangelista. Dietro un pannello centrale amovibile ospitante il dipinto della Vergine si scorge l'originario affresco seicentesco.

L'immagine centrale della Madonna con Bambino nasconde, sul muro che si trova alle spalle, un'altra bella raffigurazione della Vergine, che risale al Seicento.

L'esterno è caratterizzato dall'aspetto barocco eredità di rimaneggiamenti della seconda metà del XVIII secolo. La facciata, tripartita da lesene e suddivisa in due ordini da una cornice aggettante, presenta nell'ordine inferiore due nicchie ove sono allocate le statue lapidee di San Pietro e San Giovanni Evangelista.


L'ordine superiore, contraddistinto da finestrone sormontato da timpano, ha volute laterali e coronamento con nicchia ospitante la statua della Madonna attorniata dagli angeli.

Ogni anno, il 7 e 8 settembre si tiene la tradizionale Festa della Madonna del Caroseno, la protettrice delle partorienti. Alla mattina dell'otto, poi, si tiene la fiera annuale.

 

 

 

 

chiesacaroseno3

 

chiesacaroseno

 

chiesacaroseno2

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, il sito ViviCastellanaGrotte contiene cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla cookie policy di ViviCastellanaGrotte.it