Festeggiamenti imminenti per la Consolatrice e San Leone Magno

Poco più di una settimana ai festeggiamenti in onore di Maria Santissima Consolatrice e San Leone Magno, compatroni di Castellana-Grotte.

statua consolatriceLa manifestazione, organizzata dal Comitato Feste Patronali di Castellana-Grotte presieduto da Michele Guglielmi e dalla parrocchia di San Leone Magno guidata da don Vito Castiglione Minischetti, vedrà numerosi eventi religiosi e civili.

Fulcro dei festeggiamenti, patrocinati dal Comune di Castellana-Grotte, sarà quella chiesa di San Leone Magno nella quale troneggia, sul fastigio dell'altare maggiore, la rappresentazione lapidea della Madonna con il Bambino, nota come Consolatrice, dello scultore rinascimentale lucano Aurelio Persio (1528-1593). L'opera, di chiara impostazione classica, si pensa potesse appartenere al maestoso polittico in tre registri sovrapposti un tempo adornante la chiesa; andata distrutta nel 1882-1883, la struttura recava gli angeli ceroferarii, le statue di San Pietro e San Paolo, il Cristo passo e, sulla sommità, l'Eterno. Resa oscura dal beverone ottocentesco, la statua potrà tornare all'antico splendore; il Comitato Feste Patronali di Castellana-Grotte, infatti, destinerà il mancato esborso per lo spettacolo pirotecnico annullato in occasione della scorsa Festa d'aprile al restauro dell'effige.

Si inizierà lunedì 20, alle ore 18:30, con la tradizionale diana pirotecnica che marca l'inizio della festa; alle ore 19:30, Santa Messa nella chiesa di San Leone Magno. Alle ore 20:00, vi sarà intronizzazione della sacra effige di Maria Santissima Consolatrice e la processione verso piazza Garibaldi, fulcro degli intrattenimenti, con la rituale accensione dell'illuminazione artistica allestita da Paciello. Dopo dodici anni, su un tosello idealmente rivolto verso il Palazzo Comunale, verrà nuovamente allocato il bel quadro della Consolatrice per ricevere l'omaggio dei fedeli e rimanervi sino al termine della processione del giorno seguente. Alle ore 21:30, poi, in largo San Leone Magno, grandioso allestimento scenico per l'esecuzione dell'opera buffa in due atti di Gioacchino Rossini "Il Barbiere di Siviglia". Composta nel 1813 su libretto di Cesare Sterbini e tratta dalla commedia omonima francese di Pierre Beaumarchais del 1775, l'edizione castellanese vedrà l'esibizione dell'Orchestra filarmonica Pugliese diretta dal maestro Giovanni Minafra, regia, costumi e scene di Gerardo Spinelli. Di tutto rispetto il cast: il Conte d'Almaviva sarà Federico Buttazzo, Bartolo - Gianni Marino, Figaro - Gerardo Spinelli, Basilio - Nicola Cianciò, Rosina - Carmen Lopez, Berta - Ines Colangelo, Fiorello/Ufficiale - Tommaso Nicolosi; coro FESTIVALATILLA e maestra al clavicembalo Angela Pascale.

Martedì 21 agosto, alle ore 8:00, diana pirotecnica e Sante Messe alle ore 7:30 e alle ore 10:00. Alle ore 18:00, giro della banda "Vito Semeraro" per le vie cittadine, alle ore 19:30 Messa Solenne nella chiesa di San Leone Magno con la partecipazione della Schola Cantorum "don Vincenzo Vitti" diretta da Vittorio Petruzzi.

Alle ore 20:30, processione delle venerate immagini di Maria Santissima Consolatrice e San Leone Magno secondo il percorso rodato: da largo San Leone Magno, a via 11 febbraio, via piazza Vecchia, arco De Marinis, largo Porta Grande, via dell'Unità, via Netti, piazza Nicola e Costa, via Nicola De Bellis, via Bovio, via Roma, via Conversano, via Mazzini, piazza Garibaldi, piazza della Repubblica, via Trento e, infine, ritorno a largo San Leone Magno. Da rimarcare che la bellissima raffigurazione della Vergine potrà venire ammirata in tutta la sua bellezza, grazie all'industriosa opera del Comitato Feste Patronali di Castellana-Grotte presieduto da Michele Guglielmi che ne ha commissionato il restauro. La statua processionale di papa San Leone Magno, invece, è la medesima effige lignea che sfila, in ventunesima posizione, nella sontuosa Processione di gala della Festa d'aprile. Ai balconi, quale segno d'omaggio, i devoti castellanesi esporranno drappi preziosi al passaggio dei compatroni.

Alle ore 21:30, infine, intrattenimento musicale variegato: gruppi e orchestrine da giro allieteranno gli astanti in piazza Garibaldi e vie limitrofe.

 

 

Manif Consolatrice 2018

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, il sito ViviCastellanaGrotte contiene cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla cookie policy di ViviCastellanaGrotte.it