Fanove 2019 - La Diana

Come da programma, nonostante il rigore dell'inverno e una pioggia senza tregua, la scorsa notte ha avuto luogo la Diana.

Si tratta della suggestiva manifestazione religiosa prodromica ai festeggiamenti in onore di Maria Santissima della Vetrana che avranno luogo nei giorni 11 e 12 gennaio a Castellana-Grotte; segno di giubilo e gratitudine per la grazia ricevuta, nel corso delle Fanove, dalla prima serata del venerdì i castellanesi daranno fuoco a centinaia di pire in onore della Madonna della Vetrana, la Santa liberatrice dalla peste del 1691.
Con la Diana, dunque, si è entrati nel vivo dei preparativi per la trecentoventottesima edizione.
Alle prime luci di domenica 6 gennaio, da piazza Nicola e Costa, ha avuto luogo la suggestiva visita notturna ai frantoi oleari del territorio castellanese, con la banda cittadina al seguito, per la raccolta dell'olio destinato ad alimentare la lampada della Vergine. Quest’anno sono stati visitati i frantoi Festino Domenico in S.C. Foggia di Maggio, Manghisi Pietro in via Santomagno, Oleificio Sociale Cooperativo."A. Viterbo" di via Turi, Rotolo Antonio di S.C. Cucumo, Frantoio Sgobba di S.C. Spirito Santo, Valente Vitantonio & C. di via della Resistenza. Sosta, pure, agli altari preparati dai fedeli di via Buonarroti, e della Villetta di via del Lago, momento di preghiera all'I.R.C.C.S. ''Saverio De Bellis".
Numerosi i fedeli che, assieme ai componenti del sodalizio organizzatore, il Comitato Feste Patronali di Castellana-Grotte guidato da Michele Guglielmi, hanno accompagnato il corteo. In rappresentanza della Civica Amministrazione, il sindaco Francesco De Ruvo, l'assessore comunale Vanni Sansonetti, i consiglieri comunali Emiliano Sansonetti e Domenico Quaranta.
A mitigare il rigore della gelida notte di gennaio sacri inni, come “Ave immortal benefica” di Angelo Maria Mastromattei. A cullare gli stanchi pellegrini, poi, la dolce nenia che ha dato il nome alla manifestazione, la “Diana”. Si tratta di una composizione del maestro Pasquale Pedote, oriundo di Polignano a Mare e ai primi del Novecento direttore della banda cittadina. In seguito, il maestro Pietro Lanzilotta prima e il compianto maestro Nicola Corbascio dopo, effettuarono le trascrizioni ancora in uso ai giorni nostri. L'intitolazione a "Diana" si riferisce certamente a "Stella Diana", o Venere. L'appellativo di Stella Diana, peraltro, che fu della dea Diana/Artemide, è sovente accostato alla Madonna, secondo la consueta comprensione cristiana dei simboli e degli istituti pagani. Un'ideale accostamento - insomma - tra l'amore materno di Maria e la luce nelle tenebre che accompagna e conforta prima del sorgere del sole.

Frantoio Manghisi - foto E. Rubino

dianaManghisi


Via Buonarroti - foto E. Rubino

dianaviaBuonarroti

Villetta di via del Lago - foto E. Rubino

dianaviadellago

Frantoio Valente - foto E. Rubino

dianavalente
Frantoio Rotolo - foto E. Rubino


dianarotolo
Oleificio Cooperativo ''Viterbo'' - foto E. Rubino

dianaoleificiocoop2


I.R.C.C.S. ''Saverio De Bellis'' - foto E. Rubino

dianairccs

l'arrivo al Santuario Madonna della Vetrana - foto M. Micca Longo

 

miccadiana

l'arrivo al Santuario Madonna della Vetrana - foto M. Micca Longo

miccadiana4

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana5

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo


miccadiana6

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana3

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana7

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana89


la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana8

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana10

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana11

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana12

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana13

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana14

la cerimonia dell'olio - foto M. Micca Longo

miccadiana18

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, il sito ViviCastellanaGrotte contiene cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla cookie policy di ViviCastellanaGrotte.it