Furti d'auto - Ritrovata vettura destinata alla cannibalizzazione

Dai controlli straordinari della Polizia di Stato nel Comune di Bitonto, buone notizie per un castellanese vittima di furto d'auto.

poliziaA seguito dei tragici fatti dello scorso 30 dicembre, quando un'anziana perse la vita nella centrale via Le Martiri, le forze dell'ordine hanno intensificato le azioni di pattugliamento del territorio della cittadina pugliese. Proprio dalla perlustrazione delle campagne nei pressi di Mariotto, infatti, è stata rinvenuta una Peugeot 208 sottratta recentemente a Castellana-Grotte assieme ad altre tre auto, tutte oggetto di furto nel Barese e tutte destinate alla cannibalizzazione, ovvero lo smembramento di motore e carrozzeria teso a rimpinguare il mercato illegale dei ricambi d'auto. Come difendersi dai furti d'auto che, dopo il calo dell'ultimo biennio, mostrano segni in ripresa?
Ecco i consigli degli specialisti diramati dalla Polizia di Stato.

“Abbiamo riscontrato che le organizzazioni criminali" – spiega Giuseppina Minucci del Servizio Polizia stradale - "hanno rapidamente affinato le tecniche, tenendo il passo con le evoluzioni tecnologiche compiute dalle case automobilistiche. Alle tradizionali modalità utilizzate per rubare i veicoli quali la rottura del finestrino, la forzatura delle portiere o del bagagliaio, i ladri hanno affiancato tecniche sempre più ingegnose che, molte volte, riescono a garantire l'apertura delle vetture, nonostante tutte le precauzioni possibili prese dai proprietari". Certo ci vogliono abilità e competenze. Ma è possibile in qualche modo difendersi.

“Il primo consiglio" – continua la dirigente della Stradale - "è accertarsi sempre della chiusura delle auto ed effettuare tale operazione sempre a distanza ravvicinata. Il secondo suggerimento è per chi ha auto con sistemi antifurto satellitare o a radiofrequenze: in caso di furto, è fondamentale la tempestività della segnalazione: prima si segnala il furto più aumentano le possibilità che il mezzo venga rintracciato in territorio nazionale e restituito al legittimo proprietario. La buona notizia è che continuano a mantenere la loro deterrenza il classico bloccasterzo e gli altri sistemi antifurto meccanici".
(Fonte www.poliziadistato.it)

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, il sito ViviCastellanaGrotte contiene cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla cookie policy di ViviCastellanaGrotte.it