Grotte di Castellana Volley – una vittoria meritata sul Triggiano

grottevolley

Vittoria di squadra, sofferta, meritata, fortemente voluta, per 3 ad 1 (25-18; 27-29; 25-23 26-24) a spese del Pharma Volley Giuliani Triggiano nella settima giornata del campionato nazionale di pallavolo femminile di serie B2.

A parte il primo set, dominato dalle castellanesi, la gara ha regalato oltre due ore di gioco con forti emozioni al folto pubblico presente. Forse non è stata espressa la migliore tecnica possibile, ci sono stati molti errori, ma queste due squadre hanno disputato un derby vero, combattuto, sofferto, dando tutto quello che hanno potuto. E Castellana ha vinto perché si è dimostrata più “squadra”. 
 
brunoL’esperto Ivan Castillo schiera Cariello opposta a Romanazzi, Binetti e Guglielmi in attacco, Bisceglia e Ragaini centrali, Sollecito libero. L’esperta palleggiatrice Serena Masino, viene tenuta precauzionalmente in panchina a causa di non perfette condizioni fisiche. 
Ciliberti, tecnico della Grotte Volley, risponde con la palleggiatrice Clementi in diagonale con Bruno, Lattanzio e Ragone in attacco, Tanese e Salamida centrali, Miriana Sibilia libero. Spazio in gara per Irlando e Mariangela Sibilia. 
 
Il primo set scorre veloce con gli ospiti molto fallosi (8-5 e 16-8 ai timeout tecnici). Sostenuti dalla sola Guglielmi, provano ad opporre resistenza, ma la prevalenza castellanese è evidente. 25-18. 
Nel secondo set il tecnico ospite Castillo manda in campo la Masino in palleggio. Rischia, ma non ha scelta. L’esperta giocatrice porta ordine e tranquillità nella sua squadra e ciò provoca una flessione nel rendimento delle nostre che cominciano a commettere errori ingenui. Il Triggiano è costantemente in vantaggio (4-8, 9-16) per tutto il set e giunge senza problemi al 18-24. Ha ben 6 set-point a disposizione, ma li spreca tutti. Il pubblico si infiamma: siamo sul 24 pari e comincia la lotteria dei vantaggi. Il Pharma Volley si procura altri quattro set point, tutti annullati, tranne l’ultimo che regala il 27-29 ed il pareggio dei set. 
Parte il terzo set e le squadre sembrano essersi finalmente scrollate di dosso tutte le paure e sbagliano molto meno. Finalmente i punti sono frutto di buone giocate e non di errori avversari. Il pubblico assiste a break e contro-break in un sostanziale equilibrio (time out 7-8 e 15-16). Sul 18-20 la Grotte volley scatta sul 22-20, viene raggiunta, ma spinge ancora con Bruno che chiude il set 25-23. E siamo sul 2 ad 1. 
Rabbiosa partenza del Triggiano nel quarto set (0-5), ma ancora recupero delle nostre sul 9 pari. Nuova fuga Triggiano (11-16) e nuovo recupero (20-22). Masino, forse stanca, spesso commette infrazioni al palleggio e Castillo, nel tentativo di evitare questi regali, la sostituisce con Romanazzi, ma, ironia della sorte, è proprio una “doppia” della nuova entrata a decretare il 23 pari. Pubblico in visibilio per la nuova rimonta. Qui Salamida si procura il match point sul 24-23, gli ospiti pareggiano ancora, ma poi battono fuori. Nuovo match point Grotte Volley e questa volta una miracolosa difesa di Bruno ed un attacco imprendibile di Lattanzio, sanciscono il 26-24 e la vittoria della partita per 3 ad 1. 
 
Bene nel Triggiano, seppur a fasi alterne, la palleggiatrice Masino, la ex Guglielmi (Barbara aveva effettuato la preparazione proprio a Castellana), l’opposta Cariello ed il libero Simona Sollecito.
Per le nostre, ottima prova di tutta la squadra, molto ben gestita dalla palleggiatrice Clementi che ha spesso chiamato in causa le centrali e messo tutte le attaccanti in grado di andare in doppia cifra. 
Sentiamo Benedetta Bruno, stasera in ottima forma: “Sono molto contenta per la squadra perché ho visto molto coraggio. Nei momenti di svantaggio abbiamo recuperato e per me questa è la cosa più importante. Ho visto una grande voglia di vincere e questo ci serviva molto perchè dovevamo recuperare fiducia dopo le sconfitte pesanti subite con squadre contro le quali avremmo potuto e dovuto fare di più”. 
 
Il tecnico ospite Castillo è molto critico, forse troppo: “Siamo due squadre mediocri, ed ha vinto quella che ha sbagliato meno. Noi dobbiamo lavorare molto, soprattutto sulla testa. Oggi non abbiamo giocato di squadra, noi dobbiamo salvarci e non possiamo giocare così. E’ difficile vedere partite più brutte di questa”. 
Più equilibrato, ovviamente, il commento del tecnico vincente Ciliberti: “Complimenti a tutta la squadra perché, nonostante allenamenti molto condizionati da assenze ed un avversario con diverse giocatrici esperte, è stata capace di recuperare facendo bellissime rimonte. Però facciamo ancora troppi errori. Comunque per noi questa è una vittoria veramente molto importante, ottenuta con merito“.
vstriggiano

 

 

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, il sito ViviCastellanaGrotte contiene cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla cookie policy di ViviCastellanaGrotte.it